A Genova, la più ampia retrospettiva su Inge Morath

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

A Palazzo Ducale, 170 scatti raccontano l’arte, la vita e la sensibilità della grande fotografa austriaca

Palazzo Ducale di Genova celebra la vita, l’arte e la fotografia di Inge Morath, prima donna a entrare nell’agenzia Magnum Photos. Uno sguardo, il suo, che ha ispirato milioni di fotografi nel mondo, e che ora viene raccontato nella mostra Inge Morath. La vita, la fotografia, in scena fino al 22 settembre.

«Fotografare è un fenomeno strano. Ti fidi dei tuoi occhi e non puoi fare a meno di mettere a nudo la tua anima», diceva la fotografa austriaca. E proprio alla sua anima, e alla sensibilità che contraddistingueva i suoi scatti, è dedicata l’esposizione curata da Brigitte Blüml–Kaindl, Kurt Kaindl e Marco Minuz. Un racconto stratificato in cui vita privata e professionale si confondono, tratteggiando i contorni di una personalità sensibile e curiosa, che amava il viaggio e la scoperta. Una donna prima di tutto coraggiosa, che negli anni Cinquanta viaggiò sola per il mondo, catturando il mondo che la circondava. Anche buffo, a volte.

Inge-Morath-2

I suoi reportage di viaggio – scattati in Spagna, Italia, Romania, Medioriente, America, Russia e Cina – sono storie di umanità ed empatia, quasi a rappresentare un diario di ricordi. Con Henri Cartier-Bresson e Ernst Haas come maestri, Inge Morath ha raccontato la società dei tempi, interpretandola attraverso il proprio sentire. «La fotografia è essenzialmente una questione personale: la ricerca di una verità interiore», raccontava. Donna di cultura, fotografò i più grandi intellettuali e artisti del XX secolo, e fu lei ad entrare nel cuore di Arthur Miller dopo la rottura di Marylin Monroe.

Attraverso ben 170 immagini e decine di documenti, la mostra compone la più ampia ed esaustiva panoramica sulla sua opera, raccontandone non solo l’intera carriera, ma anche la vita e la personalità. Un ritratto a 360° per comprendere la sua poetica.

Prodotta da Suazes con Fotohof di Salisburgo, l’esposizione è stata realizzata con la collaborazione di Fondazione Cassamarca, Inge Morath Foundation e Magnum Photos.

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: