barattolo di vetro sulla griglia del piatto doccia

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

“Caro sindaco, stamattina una blatta enorme e velocissima è uscita dallo scarico del mio piatto doccia. Questa la soluzione temporanea adottata ma occorre fare qualcosa”. Un barattolo di vetro per intrappolare eventuali altri sgraditi ospiti e un appello pubblicato sulla pagina Facebook di Antonio Decaro: queste le prime mosse di una cittadina barese residente nel Municipio I per tentare di arginare il problema relativo alla presenza delle blatte.

“Da mesi – si legge ancora nel post – cittadini e istituzioni, compreso il presidente del Municipio I, Lorenzo Leonetti, scrivono ad Aqp chiedendo interventi di deblattizzazione ma niente di niente. Il sindaco però è anche autorità sanitaria locale e può obbligare interventi per igiene e sanità pubblica. Allora?”, chiede la donna.

La risposta arriva dallo staff del primo cittadino. Richiesta della via esatta dove è accaduto il fatto, così da riportare la segnalazione a chi di competenza, e chiarimenti circa le competenze dell’amministrazione comunale in materia: 170 chilometri di rete fognaria, quella bianca, contro i 422 chilometri, di fogna mista e nera, di competenza dell’Acquedotto Pugliese. Inoltre, dal Comune ricordano anche l’obbligo, per condomini e attività commerciali, di effettuare la deblattizzazione all’interno delle aree private.

Al di là delle competenze, in ogni caso, la questione blatte resta ed è particolarmente sentita da molti dei residenti. “Ormai a Japigia siamo invasi – si legge ancora tra i commenti -, dopo una certa ora bisogna camminare a zig-zag per scansarle. Non si può vivere in queste condizioni: bisogna intervenire drasticamente per arginare il problema”.


Tiziano Tridente



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: