Catania, duplicavano le chiavi e depredavano gli appartamenti

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

Tre persone arrestate dai carabinieri: tra essi il titolare di una ferramenta che da una foto riusciva a ricreare il necessario per aprire le porte

Tre persone sono state arrestate dai Carabinieri di Catania con l’accusa di furto, furto aggravato, detenzione illegale e porto abusivo di arma da fuoco ritenute appartenenti a un gruppo specializzato in furti in abitazioni e autovetture. A finire in carcere Daniele Romeo di 32 anni, Francesco Vittorio di 36 (entrambi già sottoposti ai domiciliari) e Alberto Vittorio di 33 anni.

I colpi sono stati compiuti nei quartieri di San Cristoforo e Librino. I militari, su delega della Procura della Repubblica di Catania, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale etneo nei confronti di 3 uomini residenti nel capoluogo catanese.

Una quarta persona è stata colpita dalla misura cautelare interdittiva della sospensione dell’esercizio dell’impresa. Le indagini hanno consentito di accertare la commissione di 6 furti in abitazione (di cui 2 tentati) e 6 furti su autovettura eseguiti dal mese di luglio 2017 al mese di luglio 2018, con la collaborazione del responsabile di un esercizio commerciale di vendita e fabbricazione di chiavi il quale, in più occasioni, da una semplice foto, era in grado di riprodurre il calco delle chiavi delle abitazioni obiettivo dei ladri.

Le indagini sono state avviate dopo una denuncia per furto il cui bottino era stato quantificato in circa 75.000 euro in contanti, monili e preziosi. Nel corso dell’indagine è stata sequestrata l’attrezzatura usata per lo scasso, mazzi di chiavi duplicate, disturbatori di frequenza, cellulari, nonchè recuperati preziosi e monili dal valore complessivo di 2.500 euro. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: