Catania, l’incidente maledetto e le preghiere: non ce l’ha fatta Alessandro Geremia

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

CATANIA – Infiniti, strazianti, ricchi di ricordi e disperazione… i messaggi sul profilo Facebook di Alessandro Geremia aumentano di minuto in minuto, con il diffondersi della terribile notizia che in queste ore ha travolto, come un fiume in piena, chi conosceva quel giovanissimo catanese.

“Non ci sono tante parole da scrivere ma tanta rabbia e dispiacere. R.i.p. Alessandro, voglio ricordarti col sorriso, quel sorriso che non ti mancava mai”, scrive Angelo. “Avrei voluto incontrarti in spiaggia, al mare – si legge nel lungo post di Salvatore – e invece sono dovuto venire a trovarti nel posto più buio e freddo che ci sia. Sono arrivato lì stamattina che non c’era nessuno e per un attimo ho pensato che niente era vero. Poi iniziano ad arrivare amici, parenti e la tua mamma e lì ho dovuto accettare che tutto questo è successo veramente. ‘Mbare, mi facisti chiangiri. Oggi, tu insieme a mia nonna, siete saliti in paradiso, insieme lo stesso giorno ed io voglio dedicarvi questa triste domenica con un’immagine che ci fa rendere conto di quanto importante sia ogni singolo istante della nostra esistenza: ‘La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita’. Com’è brutto fare queste dediche su Facebook. Ciao fratello Alessandro…”. 

Ricostruire nel dettaglio quanto accaduto ad Alessandro lo scorso 25 luglio è al momento difficile. Frammentarie le notizie riguardo l’incidente che l’ha visto coinvolto. Sembrerebbe che il giovane catanese si trovava in sella al suo scooter quando avrebbe avuto un incidente sul luogo di lavoro. Le indagini sono in mano agli inquirenti che dovranno adesso verificare ogni eventuale responsabilità.

Alessandro si trovava ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva da quel maledetto giorno, all’ospedale Garibaldi di Catania. È lì che i familiari, la madre soprattutto – il padre pare fosse deceduto circa un anno fa – i parenti, e gli amici, hanno pregato, sperato, pianto e invocato qualsiasi Dio, affinché si salvasse.

Ieri sera però la terribile notizia: Alessandro non ce l’ha fatta. Un’altra giovane vittima, l’ennesima, di questi tempi.

Fonte immagine Facebook 

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: