E’ morto Camilleri, il maestro che amava Genova e il genovese, Roma

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

ROMA –

Andrea Camilleri è morto a 93 anni all’ospedale Santo Spirito di Roma dove era da tempo ricoverato. “Le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali – si legge nel bollettino dell’ospedale -. Per volontà del maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”. 

Lo scrittore aveva con il capoluogo ligure un rapporto d’amore e un legame particolare. Lo aveva raccontato in un’intervista nel 2016 a Franco Contorbia, docente di letteratura italiana all’Università, e che Primocanale aveva mandato in onda in occasione del conferimento della laurea honoris causa in Lettere Moderne.

È stato un amore a prima vista”, raccontava Camilleri. “Mi sono sentito benissimo, a casa mia, come se la conoscessi e l’avessi frequentata da chissà quanto tempo e chissà quanti anni. Anche se l’odore del mare era diverso dal mio. Se dovessi per qualche ragione trasferirmi sceglierei Boccadasse”. Un borgo nel suo cuore tanto da sceglierlo come luogo d’origine di Livia la compagna di Montalbano, uno dei personaggi più amati dal pubblico televisivo italiano. Una relazione che chiama in causa anche la lingua locale: il genovese. E così si scopre che in un’intervista a Marcello Sorgi, Camilleri considerava Firpo “un lirico puro”.


Genova esprime il profondo cordoglio per la scomparsa dello scrittore Andrea Camilleri, al quale, il 14 novembre 2015, venne conferita la massima onorificenza del Comune di Genova, il Grifo”. Così il sindaco Marco Bucci rende omaggio al grande scrittore scomparso. Genova conferì il Grifo con questa motivazione: “A riconoscimento di un grande scrittore italiano e del profondo sentimento personale e letterario che lo lega alla città di Genova attraverso l’attività televisiva e teatrale, l’amicizia con Lele Luzzati e Gina Lagorio, fino alle narrazioni in cui il Commissario Montalbano, protagonista dei suoi più celebri romanzi, incrocia la sua esistenza privata con il borgo di Boccadasse eletto a ‘luogo del cuore’ anche per i lettori di tutto il mondo dei libri di Andrea Camilleri”.

Perdiamo un grande della nostra letteratura – commenta l’assessore regionale Ilaria Cavo con una nota su Facebook -. Una penna che ha saputo creare personaggi vivaci e sempre attuali e soprattutto raccontare la sua Sicilia ma, con Livia, anche un po’ di Genova”.



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: