Genova e il G8 2001, polemica sul M5s e le dimissioni “dimenticate” di De Gennaro

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

In queste ore in cui si celebrano i 18 anni dalle violenze e dagli abusi polizieschi del G8 genovese del luglio 2001, molti dei reduci e degli appartenenti a Comitati come quello di Verità e giustizia per Genova chiedono conto al M5s delle loro passate dichiarazioni. In particolare il M5s nel 2015 in occasione dell’ennesima sentenza della Corte europea dei Diritti dell’uomo sula macelleria messicana della scuola Diaz, alcuni esponenti politici si espresso duramente nei confronti di Gianni De Gennaro che nel 2001 era il capo della polizia e che dal 2013, nominato e riconfermato da vari governi che si sono succeduti è il presidente di Finmeccanica.


Genova e il G8 2001, polemica sul M5s e le dimissioni "dimenticate" di De Gennaro

Di Maio e De Gennaro

Scriveva Nicola Morra oggi senatore presidente della Commissione antimafia: “De Gennaro lasci Finmeccanica. Non può rappresentare l’Italia dopo la condanna di Strasburgo”.
Mentre Vittorio Ferraresi oggi Sottosegretario di Stato del Ministero della giustizia chiedeva all’ex capo della polizia un passo indietro: “Basta ipocrisia – diceva -, De Gennaro si deve dimettere. È stato nominato da un governo di centrosinistra ed è inaccettabile e vergognoso che ancora oggi parli chi ha lasciato i responsabili al suo posto. Si prendano le proprie responsabilità gli esponenti di destra e sinistra che hanno acconsentito a tutto ciò”.
Ma non è tutto già nel 2013 la nomina di De Gennaro era stata bollata come vergognosa dal Movimento. Addirittura dal suo fondatore. Su Facebook Beppe Grillo attaccava: “Vi ricordate del G8 di Genova? La mattanza della Diaz? E’ appena uscita questa notizia. Inaccettabile!”.
E sul blog era apparso un articolo firmato dal presidente della commissione difesa del M5s Massimo Artini con il titolo “De Gennaro, dalla Diaz a Finmeccanica con furore”.
Nel pezzo si leggeva: “Basta con gli uomini buoni per tutte le stagioni. In un qualsiasi paese civile De Gennaro avrebbe concluso la sua inarrestabile carriera nel luglio 2001 con la mattanza alla Diaz di Genova”.
“Ma da quando è al governo ed ha quindi nelle mani il destino di De Gennaro il M5s sembra essersi dimenticato del G8” dicono gli attivisti del Comitato,è stata messa nel cassetto quelal che Amnesty definì “ una violazione dei diritti umani di dimensioni mai viste nella recente storia europea”.  Il M5s non sembra più sensibile alla Diaz e al destino del capo di quei poliziotti che, come scrissero i giudici della Cassazione “hanno gettato discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero”.

 Anche Vittorio Agnoletto che fu portavoce del “Genoa Social Forum” attacca il Movimento 5 Stelle, “complice” una volta al Governo.
“Ci sono state per anni dichiarazioni nette di dirigenti del Movimento 5 Stelle e dello stesso Grillo scandalizzate quando a De Gennaro (capo della polizia durante il G8 di Genova) è stata affidata alla direzione di Finmeccanica. Ora che sono al Governo – dice Agnoletto – da lì non lo hanno minimamente rimosso. Oggi che abbiamo tutta la verità su quello che è successo in quei giorni, quando perfino il capo della Polizia Gabrielli ha dichiarato ‘fossi stato io De Gennaro, allora mi sarei dimesso’, chiedo ai 5 Stelle perché non hanno dato seguito a quanto sostenevano all’opposizione. Abbiamo una legge sulla tortura praticamente inapplicabile, la revisione e il suo aggiornamento non sono stati messi all’ordine del giorno e governano col partito che allora aveva come ministro della Giustizia Castelli che andò a Bolzaneto e disse ‘non è successo assolutamente nulla'”.

 “Oggi è una giornata di anniversario, ma anche di un ricordo tremendo e credo sia giusto chiedere conto a chi diceva delle cose perché poi non ha agito di conseguenza, oggi che è al Governo.
Purtroppo si è avverato quello che avevamo detto 18 anni fa – conclude l’ex parlamentare europeo – Di fronte al neo liberismo, al dominio della finanza, l’unica possibilità era rappresentata dal nostro movimento, la cui sconfitta ha aperto la strada alla situazione nella quale ci troviamo oggi”.

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: