Lago d’Idro a secco, il prefetto richiama Trento: rilasci acqua

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

La disponibilità del lago d’Idro è prossima all’esaurimento: il bacino della Valsabbia è pieno al 12%, ma siamo in piena stagione irrigua. Ecco perché serve che nel lago entri più acqua, trattenuta di solito dalle dighe trentine. Ecco perché stamattina il prefetto di Brescia ha presieduto una riunione ad hoc con tutti i soggetti interessati. «Ho chiesto la collaborazione della Provincia di Trento che ha compreso le esigenze di Brescia. E nei prossimi giorni – spiega Attilio Visconti – Trento incontrerà Regione Lombardia» per discutere dell’urgente questione dei 18,5 milioni di metri cubi d’acqua che «servono ai bresciani come il pane». Di mezzo non c’è solo la necessità di irrigare le piane di mais, ma la preoccupazione che la siccità del fiume Chiese possa ricreare – a livello teorico – le condizioni per la diffusione della legionella, come successo l’anno scorso a fine agosto. «Io devo garantire sia le esigenze economiche sia sanitarie. Ma per fare una buona prevenzione della legionella – spiega – è necessario che l’acqua scorra nel Chiese». Ecco perché il rilascio di più acqua dalle dighe (nelle prossime settimane) diventa un tema decisivo: non a caso, Regione Lombardia sembra aver manifestato «totale disponibilità a garantire forme di ristoro alla Provincia di Trento». Nel frattempo, la situazione per il mondo agricolo è tutt’altro che rosea.
«La disponibilità di acqua destinata all’irrigazione del bacino del Chiese è prossima all’esaurimento, nell’arco di qualche giorno. La situazione è gravissima» sottolinea il presidente di Copagri Lombardia Roberto Cavaliere, che ora chiede un confronto urgente con il governatore Attilio Fontana. L’auspicio di Confagricoltura Brescia è che «l’impegno per un accordo sui volumi d’acqua si concretizzi già settimana prossima». Più in generale «bisogna trovare un’intesa per concludere nei prossimi 4-5 anni i lavori necessari per il completamento delle opere attese sul lago d’Idro», ossia la «galleria» per invasare più acqua.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 luglio 2019 | 11:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: