Mercato immobiliare, Nomisma: a Genova prezzi ancora in variazione negativa, ma dinamica in crescita

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:


Genova. Il mercato genovese sembra mostrare dinamiche più favorevoli rispetto al recente passato, pur mantenendo elementi di criticità legati ai diversi segmenti del real estate. Il numero di compravendite continua su un percorso di crescita piuttosto sostenuto, registrando una variazione annuale del +3,6%, così come registrato l’anno precedente. È quanto emerge dall’analisi del 2° osservatorio immobiliare 2019 di Nomisma.




Comparto residenziale


Il mercato residenziale mostra una dinamica di prezzi ancora in territorio negativo (-1,2% la variazione annuale per il nuovo e -0,9% per l’usato), anche se va sottolineato il percorso di recupero di un trend che si sta avvicinando sempre di più al quadrante positivo. Sul fronte dei canoni si osserva una nuova riduzione dei valori (-1,7%) che inverte la tendenza alla crescita registrata negli ultimi anni e si contrappone alla dinamica complessiva del mercato nazionale che registra una variazione positiva e pari allo 0,3%. Lo sconto medio sul prezzo è pari a 15%, 2,4 punti percentuali in meno rispetto ad un anno fa. Anche i tempi medi di vendita e locazione (rispettivamente 7 e 3,9 mesi) si riducono generando una migliore vivacità del mercato.

Nel 2019 la domanda mantiene una discreta intensità. La componente indirizzata all’acquisto si compone di una quota più elevata rispetto al 2018 di acquisti finalizzati all’investimento per messa a reddito, passando dall’8,1% al 9,5%.

Il comparto non residenziale

Per quanto riguarda il mercato non residenziale il 2019 registra una nuova inversione di tendenza sul fronte delle compravendite, che si contraggono e scendono sotto i livelli del 2016.  La riduzione è stata pari al 17,3% ed è stata accompagnata da un ulteriore calo dei prezzi sia per la componente degli uffici (-1,4%), sia per quella dei negozi (-1,1%). Anche i canoni mostrano variazioni negative, soprattutto nel comparto direzionale (-1,8%).

Nel segmento commerciale un’ulteriore criticità è data dall’innalzamento dei tempi medi di locazione che aumentano di circa un mese (5,9 mesi), differenziandosi in modo significativo dalla dinamica complessiva.

Dal punto di vista previsionale gli operatori ipotizzano un mercato residenziale in linea con quello attuale, e cioè numero di scambi e di locazioni ancora in lieve aumento e valori in ulteriore flessione.

 

 



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: