Mondiali: il Dream Team tradisce in finale. Italia d’argento col fioretto femminile – La Gazzetta dello Sport

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

Elisa Di Francisca, Alice Volpi, Arianna Errigo (con Francesca Palumbo in panchina) beffate all’ultimo atto dalla Russia 43-42 al minuto supplementare

Dal nostro inviato Paolo Marabini

Il Dream Team del fioretto non torna sul tetto del mondo, ma aggiunge l’ennesima medaglia – ancora d’argento, come a Wuxi 2018 – a una collezione sterminata. Elisa Di Francisca, al rientro sulla scena mondiale dopo tre stagioni di assenza, Arianna Errigo, Alice Volpi (sul podio anche la riserva Francesca Palumbo, schierata nei turni preliminari), si arrendono in finale alla rivale più ostica e più classica, la Russia, col risultato di 43-42, regalando alla scherma azzurra la settima medaglia d’oro di questa edizione dei Mondiali, che finora ci aveva già dato sei bronzi. Il primo oro della spedizione, quindi, è rimandato eventualmente alla giornata di chiusura, con le ultime due gare a squadre: fioretto maschile e sciabola femminile.

Podio n. 38

—  

E’ il 38° podio azzurro in questa specialità, che dal 2009 non ci vede mai andare peggio del secondo posto e che dal 1992 ci ha visto anche quattro volte sul trono olimpico. Soprattutto è la conferma di una scuola che proprio dai Giochi di Barcellona non ha avuto uguali nella scherma mondiale e nello sport italiano.

La finale

—  

Dopo aver eliminato nell’ordine Romania, Ucraina e Giappone, l’Italia ha faticato un po’ ad avere ragione in semifinale della Francia, per lo meno sino al 22-22 attorno a metà match; ma Di Francisca prima, Volpi ed Errigo poi, hanno allungato sino al +7 della tranquillità, per chiudere 45-37. Da brividi la finale con la Russia di Inna Deriglazova, oro nella gara individuale. Una finale equilibratissima, quasi punto a punto per sei assalti. Poi nel settimo Arianna Errigo – non in gran giornata sino a quel momento (-6 il suo ruolino finale) – ha reagito con carattere uscendo da una situazione difficile contro la Zagidullina (era finita 25-30) e ha consegnato il testimone a una superlativa Alice Volpi sul 30-32. L’iridata 2018, già bravissima a stoppare la Deriglazova e poi a piazzare un +4 alla stessa Zagidullina, contro la Ivanova ha tirato fuori tutta la sua classe e ha subito pareggiato il conto, chiudendo poi l’assalto sul 37-35 (con un ruolino personale di +8). A quel punto Elisa Di Francisca ha ritrovato la rivale di tante sfide, ultime la finale olimpica di Rio (persa), la finale degli ultimi Europei (vinta) e la semifinale di questi Mondiali (persa). Doveva gestire due stoccate di vantaggio, si è vista pareggiare il conto sul 40-40 a 41” dalla fine, poi a -14” ha piazzato il 41-40, ha incassato subito il 41-41 e ai – 11” il 42-41, ma un cartellino rosso per una seconda copertura di bersaglio valido ha portato la Russia al minuto supplementare. E dopo 8” la Russia ha conquistato l’oro.

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: