Si nasconde sulla cappelliera di un treno Milano Parigi e terrorizza una donna: arrestato

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

Inizialmente si era nascosto sotto un treno che stava per partire dalla Stazione Centrale. Poi, perso di vista, è stato ritrovato all’interno di uno scompartimento, rannicchiato sulla cappelliera. Ha affrontato gli agenti della Polfer che lo avevano invitato a scendere e si è beccato anche la resistenza a pubblico ufficiale.

La vicenda inizia alle undici di sera di domenica: il treno per Parigi (l’Ec 220) sta per partire. Gli agenti della Polfer notano un giovane straniero appeso sotto il treno, ma poi lo perdono di vista, pertanto decidono di bloccare il treno e procedere a un controllo molto accurato, vagone per vagone, scompartimento per scompartimento, ed anche sotto il convoglio.

Treno Milano-Parigi: uomo terrorizza una donna

Aperto uno scompartimento, gli agenti si imbattono in una donna che, molto spaventata, con gli occhi fa cenno di guardare verso l’alto, senza pronunciare parola. E in alto, sulla cappelliera, era appollaiato e rannicchiato l’uomo in questione. Lo sconosciuto comincia a scalciare verso i poliziotti e fa per colpirli, per sfuggire alla cattura. Si tratta di un tunisino di 18 anni già arrestato in Emilia per rapina, che aveva obbligo di dimora a Rimini. Evidentemente stava fuggendo in Francia.

Secondo gli agenti, da sotto il treno il 18enne era salito a bordo sfruttando la mobilità delle pedane presenti tra le due carrozze. La donna dello scompartimento si era allontanata per poco e aveva fatto rientro trovando il 18enne nascosto sulla cappelliera. Non è rimasta ferita in alcun modo. Il giovane, arrestato, risponde di resistenza e interruzione di pubblico servizio: il treno è partito per Parigi con oltre un’ora di ritardo.

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: