Telecamere di Area B, scatta la fase 2: nuove telecamere ai varchi

Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio:

Area B, secondo atto. Nei primi dieci giorni di agosto il Comune inizier a installare la seconda tranche di telecamere all’ingresso dei varchi cittadini. A dispetto del ritardo di qualche mese sull’iniziale tabella di marcia, l’idea rimane di arrivare all’accensione di tutti i 73 dispositivi elettronici della fase 2 entro la fine dell’anno. Si proceder in goni caso per mini-tappe con l’attivazione di dodici-quindici nuovi varchi al mese. il secondo tempo del provvedimento inaugurato in via sperimentale lo scorso 25 febbraio, ma i cui risultati sono ancora in via elaborazione-valutazione da parte di Palazzo Marino. Si andr avanti, dunque. E non solo accendendo via via le telecamere in prossimit delle vie d’accesso alla citt, ma allargando i divieti. La tabella di marcia prevede che da ottobre si sanzionino gli ingressi anche degli Euro 4 diesel senza Fap allargando cos sensibilmente la platea dei potenziali trasgressori. E l’ennesima conferma del carattere progressivo del provvedimento arriva indirettamente dalle parole del sindaco dopo la riunione di giunta di venerd scorso. Abbiamo finanziato l’acquisto delle telecamere della fase 3, ha spiegato Beppe Sala, riferendosi all’ultimo stock di dispositivi ,la cui installazione scatter nel corso del 2020. Palazzo Marino ha messo sul piatto quasi quattro milioni di euro per il nuovo bando di gara.

La pi grande zona a traffico limitato d’Italia (copre il 72 per cento del territorio cittadino) nata ufficialmente alle 7.30 di luned 25 febbraio con l’accensione di 16 telecamere, incaricate di sanzionare il passaggio sotto i varchi d’ingresso (dopo un periodo cuscinetto di 50 ingressi liberi) euro 0 benzina e euro 0, 1, 2, 3 diesel senza Fap (la sanzione di 80 euro). Obiettivo dichiarato: ridurre sensibilmente lo smog in una delle aree pi inquinate d’Europa. Regole certe, progressive e graduali per abbattere le polveri e migliorare la qualit urbana a Milano, l’imperativo indicato dall’amministrazione al momento del battesimo della misura. Dagli studi preliminari del Comune, Area B avrebbe dovuto portare una riduzione del 14 per cento delle polveri gi da quest’anno e di un altro 24 per il prossimo. Ma i dati sui risultati della sperimentazione della prima fase non sono ancora arrivati.

28 luglio 2019 | 07:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Registrazione Domini Web Hosting


MICROchip

MICROchip
Registra qui il tuo Dominio: